LA NUOVA FRONTIERA DELL’AUTO-PUBBLICAZIONE EDUCA I GIOVANI ALL’ATTIVITA’ LETTERARIA

Nato nel 2006 dall’idea di due ingegneri canadesi, oggigiorno Wattpad conta oltre 70 milioni di membri che trascorrono in media 22 bilioni di minuti al mese – 37 minuti pro capite a sessione.
La piattaforma online consente ad utenti provenienti da ogni parte del mondo di leggere e pubblicare storie di ogni genere, originali e fanfiction – storie scritte da fan e basate su personaggi di anime, cantanti, attori di serie tv e film.

Il fenomeno di lettura sociale è diventato virale al punto che note case editrici hanno cominciato a reclutare scrittori dal web e pubblicare in cartaceo i loro racconti. L’esempio emblematico è il successo di After, il romanzo di Anna Todd pubblicato su Wattpad come fanfiction, che ha fatto l’esordio in cartaceo nel 2015 ed è prossimo ad uscire nelle sale italiane nel mese di aprile.

“Una caratteristica di Wattpad è che non hai bisogno di scrivere un libro e pubblicarlo,” sostiene una scrittrice e lettrice di Wattpad “quando ne hai voglia, scrivi un capitolo e lo pubblichi”. D’altra parte, il confronto diretto con i lettori, per mezzo di like e commenti, stimola lo scrittore nell’opera di stesura, invitandolo a pubblicare estratti del suo racconto con cadenza periodica ma in ogni caso libera.


“Se la storia piace, c’è chi ti chiede di continuarla e può diventare un’abitudine.” Si tratta di sostenere un confronto costruttivo con il pubblico, senza passare per le ingiustificate lettere di rigetto delle case editrici. Eppure, proprio loro sono maggiormente attratte dal marketing sotteso a questo caso sociale. In un certo senso, Wattpad può essere visto come la palestra dei prossimi autori “Disciplina un po’ la scrittura” conferma ancora la nostra intervistata, e ci racconta “Io, ad esempio, non finivo quasi mai le storie; adesso, sapendo che c’è gente che mi legge, sono più spronata a scrivere. È stato emozionante completare la mia prima storia”.

Ma quella che è un’opportunità per gli scrittori diventa presto un flagello per i lettori, i quali spesso si trovano a leggere storie prive di sintassi grammaticale e logica, a causa dell’inesperienza o del mero ‘gioco intellettuale’ di molti. “Di frequente si leggono storie preconfezionate,” aggiunge l’intervistata “che raccontano di personaggi e situazioni banali solo per la certezza che piaceranno ai lettori, nulla di più”.

Wattpad ha di certo incuriosito una moltitudine di aspiranti scrittori ed irriducibili lettori, in virtù anche della gratuità dei servizi offerti; si tratta di un caso ancora in evoluzione e tutto da scoprire, che possiede i requisiti essenziali per dare continuazione a qualcosa che sta cambiando, e continuerà a mutare, la formale e talvolta pedante attività editoriale. 

di Giuseppe Fioretto

Please follow and like us:
http://www.progettocampania.it/wp-content/uploads/2019/09/960x0.jpghttp://www.progettocampania.it/wp-content/uploads/2019/09/960x0-150x150.jpgFrancesco AccardoCulturefuturo,serie tv,wattpad,storie,libri,cultura,followers,fanfiction,anime,scrittura,autoriLA NUOVA FRONTIERA DELL’AUTO-PUBBLICAZIONE EDUCA I GIOVANI ALL’ATTIVITA’ LETTERARIA Nato nel 2006 dall’idea di due ingegneri canadesi, oggigiorno Wattpad conta oltre 70 milioni di membri che trascorrono in media 22 bilioni di minuti al mese - 37 minuti pro capite a sessione. La piattaforma online consente ad utenti provenienti da ogni parte del mondo...